Nuove regole di pagamento delle imposte per gli utenti di Crypto in Venezuela

Il Venezuela è uno dei paesi che hanno adottato la criptovaluta e la tecnologia blockchain. Finora, la valuta digitale sostenuta dal governo ha aiutato il paese a risolvere alcuni dei problemi causati dall'elevato tasso di inflazione.

Nuove regole di pagamento delle imposte per gli utenti di Crypto

Il lunedì 31st, il governo venezuelano ha pubblicato un gazzetta ufficiale n. 6,420 datata 28th dicembre 2018. L'avviso Gazette fornisce informazioni sulle nuove regole di pagamento imposte per gli utenti criptati in Venezuela Come riportato online, il decreto firmato dal presidente Nicolas Maduro afferma che tutti i cittadini venezuelani che fanno affari in valute straniere e valute digitali saranno tenuti a pagare le tasse al governo usando la stessa valuta.

Ciò significa che a tutti gli utenti cripto verrà richiesto di pagare le tasse usando le loro risorse digitali e non a Bolivar. Il decreto ha anche affermato che i cittadini venezuelani stanno affrontando gravi sfide a causa del deterioramento dell'economia. Di conseguenza, i funzionari governativi hanno deciso di elaborare misure sufficienti per migliorare e rafforzare l'attuale regime fiscale.

Il Ministero del potere economico e finanziario popolare è stato incaricato di attuare le nuove norme fiscali. Proprio come qualsiasi altra normativa fiscale in altre parti del mondo, le nuove regole di pagamento hanno due esenzioni. Sono esenti le transazioni effettuate per l'esportazione di servizi e beni trasformati da enti pubblici e titoli negoziati su una qualsiasi delle borse valori autorizzate.

In altre notizie, la municipalità di Maracaibo nello stato di Zulia ha annunciato che inizierà a utilizzare Petro, la criptovaluta sostenuta dal governo, per calcolare la tassa professionale. Prima che questo annuncio venisse fatto, la maggior parte degli imprenditori era confusa perché pensavano che la regola significasse che gli utenti non criptici avrebbero iniziato a pagare le tasse aziendali usando Petro.

Altri funzionari governativi del ministero hanno anche affermato che i contribuenti in Venezuela che non hanno ancora investito in criptovalute non sarebbero tenuti a pagare le tasse a Petro. Concisamente, il governo intende utilizzare il valore di petro sulle piattaforme di scambio come unità di riferimento quando si calcola l'imposta minima nell'unità economica corrente che è ancora stabilita nella percentuale del reddito lordo.

Il governo ha anche chiarito che Petro, la criptovaluta nazionale in Venezuela, ha due valori distinti ma correlati. Come criptovaluta e come risorsa che viene convertita in bolivar sovrani di 9,000. Quest'ultimo importo viene utilizzato per calcolare gli stipendi correnti per i dipendenti e le nuove tasse per le domande di passaporto.

Infine, le prossime regole di pagamento delle imposte per gli utenti criptati in Venezuela stabiliscono che il pagamento delle imposte sarà effettuato in base alle attività economiche di ciascuna microimpresa o azienda. Pertanto, se un'azienda registrata e autorizzata a operare in Venezuela ha effettuato un'operazione utilizzando petro o qualsiasi altra criptovaluta come bitcoin; sarà loro richiesto di dichiarare il proprio reddito utilizzando quella specifica valuta digitale. Clicca qui per saperne di più notizie di criptovaluta quotidiana qui.

Precedente «
Successivo »